DEDICHE
Alessio De Simone Che figa sta radio!👍 Saluti a tutti da Fiesole... Aimone Ciorat Se Dj Justy mi può mettere ogni tanto qualche canzone di Kid Rock Ho oltre 60 anni ma la vostra radio mi fa tornare giovane, con le selezioni delle canzoni di Dj Justy e il rock tipicamente a stelle e strisce. Brindo a voi, in riva al Sangone. Gianlu 🤟 Sempre mitico Mic!!

Musica

Adesivi Radio, che passione!

today18 Settembre 2023 155 2 1

Sfondo
share close

Adesivi radio, una cosa che il sol pensiero ci rimanda indietro agli anni ottanta e novanta. Chi non ha mai visto girare, in quel periodo, gli stickers delle più famose radio nazionali o delle più piccole realtà locali?

ADESIVI RADIO

Bene, sappiate che c’è chi ne ha fatto un hobby e detiene una collezione di oltre 70.000 pezzi unici! Si chiama Roberto Gori, ed abita in quel di Livorno. Lo abbiamo conosciuto in maniera piuttosto casuale, ovvero con una semplice mail scritta alla nostra radio.

Era il 13 aprile 2023 quando ricevo questa singolare richiesta, ovvero un collezionista che ci chiede l’adesivo di Jolly Roger Radio. Mi ha spedito a casa una busta contenente i francobolli e noi abbiamo avuto l’onore di potergli inviare un paio di nostri stickers da aggiungere a quella colossale collezione.

ADESIVI RADIO, LA CURIOSITÀ

Viene da sé che la curiosità ha avuto il sopravvento e, dopo qualche chicchera via mail, gli chiesi se avrebbe avuto voglia di fare una breve intervista con noi. Queste, secondo me, sono le cose che meritano di essere raccontate: le emozioni e le passioni della gente. Il cuore batte sempre forte davanti a un’appassionato che ti racconta le sue esperienze. Perciò andiamo a leggere cosa ci racconta Roberto sulla sua passione per gli adesivi radio.

Adesivi radio

ROBERTO GORI, L’INTERVISTA

MDJ – Parlaci un po’ di te: quando sei nato, dove…

RG – Mi chiamo Roberto Gori, abito a Livorno e quest’anno ho compiuto 60 anni.

MDJ – Come è nata la tua passione per la radio?

RG – Nel 1976 avevo 13 anni quando le prime radio libere fecero capolino sull’FM della mia Città . La novità e la possibilità di ascoltare persone libere di dire cosa pensavano, oppure soltanto fare una dedica ad una ragazza che ti piaceva, diventarono una passione. Sia per me che per moltissimi amici con cui passavo il tempo a mettere qualche disco nelle soffitte o cantine da dove si trasmetteva in quel periodo.

MDJ – Hai dei ricordi di quando c’erano le stazioni radio indipendenti?

RG – Certamente SI. Ascoltavo la radio H24, le radio libere erano una novità e sprizzavano libertà ed inventiva. L’adesivo di una radio attaccato sulla vespa o su un diario poi era un must che ti distingueva. Purtroppo con il tempo l’avvento dei network ed i costi proibitivi dell’energia necessaria a diffondere il segnale radio ha spento quasi del tutto l’entusiasmo iniziale ricreatosi poi ( per fortuna ) con le Web radio.

Adesivi radio

LA PASSIONE CHE NON HA ETÀ

MDJ – Quando hai iniziato a collezionare adesivi e Gadgets delle stazioni radio?

RG – Nel 1978 ma iniziando, come tutti i ragazzi della mia età, a 10-11 ANNI, dove l’hobby era andare in giro per negozi a chiedere adesivi per poi scambiarli con gli amici. Un giorno, per caso, ebbi un indirizzo: Conte of Florence di Firenze. Qui, a fronte di una lettera con 5 adesivi, te ne spediva altri 5 cosi da farli girare. Mi mandò la prima volta un adesivo di Radio Mare Viareggio che mi piacque cosi tanto che decisi di collezionare solo adesivi di Radio e TV. Da li ho iniziato la collezione che tutt’oggi mi appassiona.

MDJ – Parlaci un po’ di questa enorme collezione di rarità legate al mondo delle radio.

RG – Ad oggi ho raccolto circa 70.000 adesivi differenti, tutti catalogati e messi divisi per album. Oltre agli adesivi colleziono anche Pins, ne ho circa 7.000, schede telefoniche, ne ho circa 4.000 e bandierine, delle quali ne ho circa un migliaio tutto rigorosamente con loghi di radio e tv.

Il sogno è fare un piccolo museo per poi donarlo ai posteri: sono già in contatto con altri collezionisti “anziani” come me e l’idea è quella di unire tutto per far conoscere il mondo della radio dalle origini.

MDJ – Da FM a Dab, passando per il web. Come vedi il mondo delle radio oggi?

RG – Fluido ma estremamente Interessante. Come detto poc’anzi, dopo la caduta dell’FM libera a scapito dei soli network, oggi la voglia di esprimersi in radio ha dato nuova linfa sia ai nostalgici che alle nuove leve. Penso che questo mondo ne abbia bisogno: la radio ti fa sognare a differenza della TV. Essa risveglia immaginazione e non gli stereotipi: un bel mondo direi.

MDJ – Come hai scoperto Jolly Roger Radio?

RG – Quando ho un poco di tempo libero setaccio il Web alla ricerca di nuove radio, dalle piattaforme di ascolto a Facebook. Ogni indizio viene seguito per nuove scoperte. Jolly Roger Radio l’ho trovata su FB, un colpo di fortuna che ho sfruttato anche per scaricare l’App ed ascoltarla nel tempo libero.
PS: adesivo stupendo!!! Roba da altri tempi (grazie mille, troppo gentile – Nota di Mic DJ)

Adesivi radio

RIFLESSIONI DI MIC DJ

È un onore per noi, neonata web radio, aver donato alcuni adesivi ad una collezione di tal livello. Roberto non è un semplice collezionista ma in primis uno che la passione la nutre col cuore, perché l’idea di fondare un museo dove poter esporre il suo materiale e quello di altri appassionati è spettacolare.

Condividere e tramandare a tutti ciò che il mondo delle radio era un tempo, come si è trasformato e come è diventato è un’idea stupenda. Farlo raccontare dagli adesivi lo è ancor di più, perché in ognuno di essi è scritta una storia che ognuno di noi può ascoltare e comprendere come il cuore comanda.

Nel nostro piccolo cercheremo di aiutare questa nobile causa. Mic DJ vi saluta e vi da appuntamento al prossimo articolo. Ora qualche consiglio per voi dal nostro blog.

Vasco Rossi, Rock agli albori

Litfiba, una continua rivoluzione

Scritto da: Mic DJ

Rate it

Articolo precedente

Italiana

Litfiba, una continua rivoluzione

Litfiba tornate insieme! Così cantava Elio di Elio e le Storie Tese nel 2003. Un tributo a uno dei più grandi gruppi rock italiani , che con un velo di ironica malinconia, chiede al gruppo, in particolar modo a Piero Pelù di tornare insieme. Andiamo a vedere insieme gli anni d'oro della band toscana! LITFIBA, PARTIAMO A RITROSO Piero Pelù aveva lasciato la band nel 1999, dopo un matrimonio di […]

today11 Settembre 2023 491 36

Commenti post (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

  1. Roberto Paolo il 18 Settembre 2023

    Articolo pazzesco! Mi ha fatto fare un salto nel tempo…a qualcosa che era “fondamentale” nelle mie giornate.. Ehehe un vero “mood” dell epoca… Fantastico.. Ho ri sentito quell odore di plastica adesiva…. Grandi come sempre! Grazje


Chi Siamo

Siamo una associazione spontanea di appassionati di musica Rock e derivate. Consulta la sezione “Membri del Team” per ulteriori informazioni

Ascolta

La nostra radio e’ sempre online!
Ascoltala ora… e’ gratis!

licenza numero: 202400000066

0%