DEDICHE
Alessio De Simone Che figa sta radio!👍 Saluti a tutti da Fiesole... Aimone Ciorat Se Dj Justy mi può mettere ogni tanto qualche canzone di Kid Rock Ho oltre 60 anni ma la vostra radio mi fa tornare giovane, con le selezioni delle canzoni di Dj Justy e il rock tipicamente a stelle e strisce. Brindo a voi, in riva al Sangone. Gianlu 🤟 Sempre mitico Mic!!

Concerti

Guns a Milano. La recensione

today13 Luglio 2022 430

Sfondo
share close

Cercherò di essere sintetica, perché per un concerto dei Guns n Roses, durato all’incirca 3 ore, sarei in grado di scrivere una recensione.. di tre ore!

LO SCENARIO

Stadio pieno, 53.000 spettatori..

MUSICA MAESTRI

Alle 19.59 un po’ a sorpresa (conoscendo i tempi biblici di Axl Rose) la band arriva sul palco e iniziano con due tiratissime It’s so easy e Mr. Brownstone. It’s so easy e Mr brownstone

Pubblico col fiato sospeso per via dei recenti problemi di voce di Axl a Londra, con successiva cancellazione della data di Glasgow… ma per fortuna può tirare subito un sospiro di sollievo: la voce c’è, la grinta pure.. ed è anche di buonumore (strano ma vero!).

LA PERFORMANCE DEI GUNS

Ottime performances delle band di supporto, i Dirty Honey e Gary Clark Jr.
3 ore tiratissime.. performances mostruose di tutti i componenti della band, ma soprattutto di slash, che se la suona 180 minuti senza mai posare la chitarra neppure per scostarsi i capelli dagli occhi. Duff impeccabile e sereno come sempre. Richard Fortus che getta il cuore oltre l’ostacolo per non essere di meno dei suoi due illustri colleghi.
E infine Axl.

guns

Sarà stato dato per “finito” da 20 anni a questa parte, ma invece si dimostra immenso: non si ferma un attimo.. canta, corre, salta, parla come fosse un ventenne qualsiasi.

GUNS, LA SCALETTA

Pezzi tratti un po’ da tutti gli album dei Guns, qualche cover, i due nuovi inediti (hard skool e absurd). Pubblico in visibilio.. specie su sweet child o’mine (cantava talmente forte che era impossibile sentire lo stesso Axl), nightrain, paradise city..

Pochi i fronzoli a questo giro di tour (3 big screens ad alta definizione, niente fuochi d’artificio, coriandoli, ecc) ma l’emozione è stata forte lo stesso.
Alle 23 si esce felici, col cuore gonfio di gioia e adrenalina.

Bracciale

Dopo 2 anni di covid ci voleva.
Altro che ansiolitici o sonniferi. I medici dovrebbero prescrivere un concerto rock al mese.

Una nota di merito a Milano. È diventata una vera città europea funzionante: In 20 minuti tutto il pubblico è pacificamente defluito verso metro, tram, bus, bici e monopattini a noleggio, senza code o imbottigliamenti biblici che hanno sempre contraddistinto la fine dei concerti in Italia.

Scritto da: Mic DJ

Rate it

Articolo precedente

Hard Rock

Bernie Marsden, here He goes again!

Scrivere un articolo sui Whitesnake porta indubbiamente in dote alcune responsabilità, la prima delle quali è parlare di Bernie Marsden. Senza il suo incredibile apporto la band probabilmente non avrebbe mai preso il largo. Andiamo a vedere insieme un po di storia di questo gran chitarrista blues. BERNIE MARSDEN, BORN TO BLUES Nel caotico mondo del rock, che sia esso roll o hard, è assai comune il motto "Born to loose". […]

today11 Luglio 2022 114

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


Chi Siamo

Siamo una associazione spontanea di appassionati di musica Rock e derivate. Consulta la sezione “Membri del Team” per ulteriori informazioni

Ascolta

La nostra radio e’ sempre online!
Ascoltala ora… e’ gratis!

licenza numero: 202400000066

0%