Diretta Radio

on air con i nostri dj

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

KISS a Verona: Vincenzo Tinè ci risponde

Scritto da il 10 Luglio 2022

A proposito di Kiss a Verona (ne avevamo parlato QUI). Pubblichiamo un botta e risposta avuto con il soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Vicenza e Rovigo: dott. Vincenzo Tinè sulla questione Kiss all’arena di Verona

Kiss a Verona. La nostra domanda:

Gentile dottor Tinè.

Annoverando fra i suoi meriti quello di essere certamente una persona ampiamente acculturata, un preparatissimo archeologo ma ancor prima un intellettuale ed uno storico, lei ricorderà sicuramente il destino dei circa duecento eretici patarini. Essi nel 1278, per volere di Alberto I della Scala, furono arsi vivi in un colossale rogo innescato all’interno dell’arena.

Per quale motivo, oggi, considerati il livello di sviluppo e l’efficienza dei sistemi di sicurezza e di monitoraggio delle sue criticità, alcuni innocui petardi di scena dovrebbero compromettere l’integrità del bene monumentale e spingerla a non autorizzare lo svolgimento di uno spettacolo musicale atteso da anni?

Escludendo l’eventualità che il suo agire sia mosso dal pregiudizio nei confronti di certa “variegatezza” musicale che non risponde a particolari principi di solennità, o comunque a lei non gradita, si potrebbe dare il caso che lei forse stia agendo per eccesso di cautela?

Cordiali saluti.

La risposta:

Egregio Dottore,
La ringrazio per l’interessante riferimento al gran rogo di eretici in Arena, che confesso non conoscevo.
Quanto al nostro diniego all’inferno di fuoco e fiamme dei Kiss (altro che pochi innocui petardi) ebbene sì, potrebbe ben trattarsi di eccesso di cautela, che il bene in questione indubbiamente richiede. L’Arena non e’ uno stadio di periferia e neppure un teatro qualunque. Per cui, semplicemente, certe pratiche a rischio (il decoro in questo caso non c’entra) vanno escluse o almeno ridotte al minimo.
Il confronto con il Sindaco sul tema venerdì scorso e il suo formale impegno ad una generale moratoria sulle troppo derive areniane ci sta orientando, peraltro, all’ultima deroga agli effetti pirotecnici in Arena.
Dopodiché confidiamo ci si adegui a tutti gli altri teatri e anfiteatri antichi del nostro paese. A iniziare dal Colosseo, dove dette pratiche non sono mai state consentite.
Cordiali saluti

Cari lettori e fan dei Kiss, ci sono tutti i presupposti perché il concerto di domani si tenga regolarmente in ultima deroga. Sappiate che il rock perderà probabilmente uno dei suoi palcoscenici.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *